L’azienda vitivinicola Trinca

ALESSANDRO TRINCA

1816-1893
Alessandro Trinca fu un produttore e commerciante di vino con possedimenti a Sernaglia della Battaglia e a Roncadelle (TV), uno tra i primi sottoscrittori della “SOCIETA ENOLOGICA DI CONEGLIANO”, con una azione del 1869, da cui ebbe origine la famosa scuola enologica.
Da sempre la sua particolare attenzione e passione per il vino lo ha portato a trasformare “l'orto di casa” (un ettaro abbondante) in piantagioni di ricerca di tipologie di vitigni di vario genere.

Cavalier ANTONIO TRINCA

1868 – 1933
Dopo aver gestito l'attività ereditata dal padre fino alla fine del 1800 (vedi etichetta del Cartizze), anche per l'arrivo in zona della filossera, il Cavalier Antonio Trinca decise di vendere la proprietà di Roncadelle per costruire ed avviare uno stabilimento per la produzione del seme bachi, mentre la produzione di vino restò una attività pressoché per uso famigliare.

Pur rimanendo una passione di famiglia, il vino e l'agricoltura in genere, restano un hobby per le due generazioni successive dei Trinca e diventano la loro attività principale solo negli ultimi anni di vita, con la gestione dell'azienda agricola di Fontigo.

NICOLA TRINCA

Dopo la maturità scientifica, gli studi all'Istituto Superiore di Educazione Fisica ed il servizio svolto da ufficiale nel corpo degli alpini, Nicola Trinca comincia l'attività lavorativa come impiegato in un'azienda commerciale per passare poi nel settore informatico. Nel 2008 decide di investire tutte le proprie energie nell'azienda agricola di famiglia, riprendendo la tradizione della viticoltura. Solo dopo qualche anno di esperienza in questo settore, convinto della qualità delle sue uve e rifacendosi alla tradizione, Nicola si dedica alla valorizzazione del prodotto finale, creando un vino versatile, armonioso ma giustamente secco come il nome "Prosecco" suggerisce.